Inasprite le sanzioni per i datori di lavoro

Modifiche al Decreto legislativo n. 81 del 9 aprile 2008: cosa cambia

Con le nuove modifiche apportate al Decreto Legislativo numero 81 del 9 aprile 2008, si sono inasprite anche le sanzioni per i datori di lavoro che non ottemperano a sottoporre ad accertamento sanitario i propri dipendenti entro le scadenze previste dal programma di sorveglianza sanitaria. Per le aziende che occupano fino a cinque lavoratori la sanzione prevista rimane invariata da 

2.192,00 euro a 4.384,00 euro, ma raddoppia per le aziende che occupano più di cinque lavoratori e triplica per le aziende che occupano più di dieci lavoratori.

Sempre in tema di sanzioni, sono aumentate anche quelle inerenti la mancata formazione ai lavoratori prevista all’articolo 37 commi 1, 7, 9 e 10 (Corso di formazione per la sicurezza nei luoghi di lavoro, formazione specifica per dirigenti e preposti, formazione per addetti alla prevenzione e lotta agli incendi e di primo soccorso, formazione per Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza).

La sanzione prevista  varia dall'arresto da due a quattro mesi o ammenda da 1.315,20 euro a 5.699,20 euro per aziende che occupano fino a cinque lavoratori, duplicata e triplicata rispettivamente per le aziende che occupano più di cinque lavoratori e per le aziende che occupano più di dieci lavoratori.

Le modifiche apportate al Testo unico per la sicurezza nei luoghi di lavoro hanno definito l’obbligatorietà della formazione specifica anche per i datori di lavoro che facciano direttamente uso di attrezzature di lavoro, apparecchio, utensile o impianto (inteso come il complesso di macchine, attrezzature e componenti) necessari all’attuazione di un processo produttivo, destinato ad essere usato durante il lavoro.

Infine viene inserito l’articolo 73 bis che prevede l’abilitazione  alla conduzione di generatori di vapore in cui vengono disciplinati i  gradi  dei  certificati  di  abilitazione  alla conduzione dei generatori di vapore,  i  requisiti  per  l'ammissione agli esami, le modalità di svolgimento delle prove e di  rilascio  e rinnovo dei  certificati. 

Le variazioni apportate al Testo unico per la sicurezza sul lavoro sono in vigore dal giorno 24 settembre 2015 ovvero dalla data di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.

 

Per maggiori approfondimenti vedi l'informativa tecnica.