Formazione RSPP, ASPP, dirigenti, preposti, attrezzature da lavoro: come cambia la normativa

Formazione in materia di sicurezza, RSPP e ASPP, dirigenti e preposti, attrezzature da lavoro: modifica degli Accordi Stato-Regioni del 21 dicembre 2011 e 22 febbraio 2012.

ll nuovo Accordo Stato-Regioni sulla formazione del 7 luglio 2016, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 193 del 19 agosto 2016, non solo modifica ed integra i percorsi formativi per Responsabili e Addetti SPP previsti dalla precedente normativa, ma introduce i nuovi crediti formativi ed interviene con significativi cambiamenti in merito alla formazione delle altre figure aziendali.

L’accordo rivede i contenuti e la durata dei percorsi formativi per i responsabili e gli addetti al servizio di prevenzione e protezione semplificando quanto previsto dall’articolo 32, comma 1, lettere c) e d), del decreto legge n. 69/2013 in materia di crediti formativi.

 

Inoltre l’accordo va a modificare l’accordo Stato-Regioni 22 febbraio 2012 relativo alla durata ed  ai contenuti della formazione per l’utilizzo delle attrezzature di lavoro eliminando i riferimenti degli organismi bilaterali quali enti formatori e chiarendo che per il riconoscimento della formazione pregressa, gli attestati rilasciati per la frequenza a corsi di formazione di durata complessiva non inferiore a quella prevista dall’accordo Stato-Regioni 22 febbraio 2012, composti da modulo teorico, modulo pratico e verifica di apprendimento, hanno validità 5 anni a partire dal 22 febbraio 2013, data di entrata in vigore dell’accordo 22 febbraio 2012.

 

Infine l’allegato V va a specificare che la formazione specifica del lavoratore prevista all’art. 37 del D.Lgs. 81/08 è possibile effettuarla con corsi in e-learning solo per le aziende a basso rischio mentre non può essere fatta per corsi di formazione per addetti al primo soccorso e addetto alla prevenzioni degli incendi.